Crea sito

15 Film horror da guardare durante la quarantena.

Ciao a tutti.

In questo periodo di crisi, non dobbiamo buttarci giù, ma confidare in tempi migliori. La necessità di stare in casa, occupare il tempo (troppo) libero diventa una necessità. Per chi ama i Film Horror, può approfittarne per recuperare qualche titolo nuovo o per andare a scavare nelle radici del genere.

Film Horror “Soft”

Per chi sta approcciando al genere Horror, in questa quarantena é meglio cominciare con qualcosa di soft:

1 Intervista col Vampiro

Intervista col vampiro, è un film del 1994 diretto da Neil Jordan, tratto dall’omonimo romanzo di Anne Rice. Il giornalista Mallory viene contattato da Louis de Pointe du Lac che decide di raccontargli la sua storia. L’uomo è in realtà un vampiro, in vita dal Settecento. Dopo la morte della moglie e della figlia, Louis venne avvicinato da Lestat, un vampiro che lo ha reso simile a lui. Anche se, inizialmente, cerca di non bere sangue umano, il destino di Louis è segnato. Tanto che i due, insieme alla piccola orfana Claudia da loro iniziata, attraverseranno tutti i secoli fino ai giorni nostri.

E se proprio non avete mai visto un fil horror, immergetevi in questo (specialmente se siete donne) pensando a loro tre, credetemi, vi verrà il coraggio.

2 Dracula  di Bram Stoker

Dracula di Bram Stoker è un film di genere drammatico, horror, sentimentale, thriller del 1992, diretto da Francis Ford Coppola.

l mondo cristiano è minacciato dalle conquiste dei turchi. A difesa della Chiesa si schiera il Vlad ‘Draculia’ III di Valacchia (Gary Oldman), cavaliere del Sacro Ordine del Dragone. Dopo aver compiuto gesta gloriose in guerra, Vlad torna in Transilvania e scopre che sua moglie Elisabetta, avendo ricevuto una falsa informazione circa la sua morte, si è tolta la vita per non sopportare tale dolore. La disperazione del cavaliere è amplificata dalla consapevolezza che la Chiesa non concede il suo perdono ai suicidi. Folle d’ira, Vlad cede al male e diventa un vampiro, rinnegando la fede per la quale aveva combattuto. Circa quattro secoli dopo, Dracula incarica l’avvocato Jonathan Harker (Keanu Reeves) di gestire i suoi investimenti a Londra.
Recatosi in Transilvania per incontrare il suo cliente, Harker cade nella trappola di Dracula che, invaghitosi della promessa sposa dell’uomo Mina Murray (Winona Ryder), poiché reincarnazione di Elisabetta, lo imprigiona nel suo castello e parte per l’Inghilterra. Grazie al sacrificio di sangue che perpetra prima del suo arrivo in città, Dracula riacquista il suo fascino e riesce ad ammaliare Mina. Per continuare ad essere giovane e prestante, il vampiro inizia a dissanguare l’aristocratica Lucy Westenra (Sadie Frost) che accusa una serie di malori. Intuendo la situazione, il medico di Lucy convoca l’esperto Abraham Van Helsing (Anthony Hopkins) e gli chiede di indagare sulle misteriose tracce di vampirismo. Mentre Harker riesce a fuggire e a rifugiarsi in un convento di monache, Dracula uccide Lucy. Sebbene l’attrazione per il forestiero l’abbia allontanata dal suo fidanzato, Mina raggiunge Jonathan nel convento e lo sposa. Tornati in patria, tuttavia, la giovane viene vampirizzata da Dracula che fugge grazie alle sue mostruose doti sovrannaturali. Intenzionato ad uccidere il vampiro, Van Helsing elaborerà un astuto piano, coinvolgendo anche i due sventurati amanti.

Per i fan di Harry Potter… é una piccola chicca.

E poi per chi ama l’attore più poliedrico e talentoso di tutti i tempi ( si adoro Hopkins)

Film Horror/Fantasy

Questo é un genere di film dalle tinte più dark e dai toni più cupi, un pò più incisivi dei titoli che vi ho presentato sopra ma neanche crudi come può essere un martyrs.

3 Il labirinto del fauno:

È un film spagnolo-messicano del 2006 scritto e diretto da Guillermo del Toro.

pagna 1944. L’esercito franchista sta piegando le ultime frange di resistenza alla “normalizzazione” del paese, ormai quasi totalmente sotto il controllo di Franco. Carmen, una giovane vedova, ha sposato Vidal, un capitano dell’esercito, e lo raggiunge assieme alla figlia dodicenne Ofelia. La bambina soffre per la presenza dell’arrogante patrigno e cerca di aiutare la madre che sta affrontando una gravidanza difficile. Il suo rifugio è costituito dal mondo delle fiabe che si materializza con la presenza di un fauno che le rivela la sua vera identità. Lei è la principessa di un regno sotterraneo. Per raggiungerlo dovrà superare tre prove pericolose.
Guillermo Del Toro lavora ormai stabilmente su due fronti.

Adoro Del Toro, l’atmosfera onirica e contemporaneamente tetra dei suoi film.

4 Somnia:

Film del 2016 diretto da Mike Flanagan.

Jessie e Mark , in seguito alla tragica scomparsa del loro unico figlio, decidono di adottare il piccolo Cody, un dolce e amorevole bambino di otto anni. Ma Cody nasconde un inconfessabile segreto, che lo porta a essere terrorizzato alla sola idea di addormentarsi. In un primo momento la coppia crede che il suo passato tormentato sia la causa della sua avversione per il sonno, ma presto scoprono il vero motivo: i sogni di Cody si manifestano nella realtà mentre dorme, trasformandosi in veri e propri incubi.

Film Horror Classici

Questo é il momento buono per recuperare qualche classico del cinema Horror.

5 I TRE VOLTI DELLA PAURA:

È un film horror a episodi del 1963, diretto da Mario Bava.

I Wurdulak sarebbero vampiri che uccidono coloro che in vita hanno amato di più. Un vecchio, divenuto wurdulak, comincia la strage della sua famiglia uccidendo il nipotino poi, via, i figli e la nuora. Un giovane aristocratico innamorato di Sdenlka, ragazza appartenente alla famiglia, nonostante i suoi sforzi, non riuscirà a sottrarla alla triste sorte.LA GOCCIA D’ACQUA – Helen, anziana infermiera, viene chiamata in casa di Miss Perkins poiché la vecchia signorina è morta. Nel vestire il cadavere ruba un anello dal dito della vecchia. Questo anello sarà la causa della sua morte.IL TELEFONO – Alterando la voce, Mary minaccia di morte al telefono la sua amica Rosy. Angosciata, la donna chiede aiuto proprio a Mary convinta che la misteriosa voce sia quella di Frank, suo ex amante, da lei denunciato e poi fuggito di prigione. Frank, per un tragico errore, ucciderà Mary, ma a sua volta verrà ucciso da Mary.

6 La casa dalle finestre che ridono:

È un film del 1976 diretto da Pupi Avati. Nel 1979 ha vinto il premio della Critica al Festival du Film Fantastique di Parigi ed è anche diventato un cult movie.

Un pittore pazzo muore suicida in un paese del ferrarese, dopo avere dipinto un affresco terribile, rappresentante il martirio di San Sebastiano tra due figure ghignanti. Gli interessati allo sviluppo turistico della località, considerando l’opera di Buono Legnani un’attrazione, decidono di restaurare l’affresco e fanno venire il concittadino Stefano, pittore mancato. Il giovane viene perseguitato da fatti strani e inquietanti, mentre l’amico Mazza, prima di scomparire con un finto suicidio, gli rivela una storia fantastica della quale non riesce a dargli i particolari. Prima di scoprire la verità e rischiare la propria vita, il restauratore assiste alla morte del sagrestano Livio, del tassinaro beone Coppola, dell’amante Francesca, una maestrina. Qualcuno sta immolando delle vittime alla memoria del pittore scomparso…

Ho scelto volutamente due grandi nomi del cinema italiano, perché abbiamo anche noi dei grandissimi nomi del settore. Invece ho volutamente escluso Dario Argento, perché credo che veramente in pochissimi non abbiano mai sentito parlare di classici come: Profondo Rosso o La chiesa, Suspiria o Non ho sonno.

Fantasmi.

Questa é una categoria che quando realizzata bene ( e per intenderci una ella trama e non solo 2000 effetti speciali e 4000 effetti sonori e  jumpscare riempitivi fini a se stessi) mi piace molto.

7 Ghost Stories:

È un film del 2017 scritto e diretto da Jeremy Dyson e Andy Nyman, adattamento della loro omonima opera teatrale.

Un docente di psicologia. Noto a tutti per il suo proverbiale scetticismo nei confronti di qualsiasi evento sovrannaturale conduce un programma televisivo, nel quale smaschera false sedute spiritiche e sedicenti sensitivi.
Quando, tramite una misteriosa lettera, gli viene affidato il compito d’indagare su tre sconcertanti casi di attività paranormale, Goodman inizia a scavare sempre più a fondo, ignaro del fatto che i 3 casi finiranno per rivelare, ciascuno a suo modo, dei misteri terrificanti, ben oltre la sua stessa immaginazione. Finché, via via, attraverso un viaggio alla scoperta di ciò che non può essere spiegato razionalmente, non giungerà a un’angosciante e scioccante conclusione che lo riguarderà personalmente.

8 Oculus – Il riflesso del male:

Un film del 2013 diretto da Mike Flanagan. La pellicola è basata su un precedente cortometraggio dello stesso Flanagan intitolato Oculus: Chapter 3 – The Man with the Plan

La famiglia Russell è stata colpita da una terribile tragedia che ha segnato per sempre la vita dei fratelli Tim e Kaylie. Dieci anni dopo, Tim, che era stato accusato del brutale assassinio di entrambi i genitori, lascia il carcere con l’unico desiderio di lasciarsi tutto alle spalle e ricominciare. La sorella Kaylie invece, ancora ossessionata da quella fatidica notte, è fortemente convinta che la morte dei suoi genitori sia stata causata da qualcos’altro. Secondo la ragazza, una forza maligna risiederebbe in un antico specchio che si trovava nella casa di famiglia. Kaylie, determinata a provare l’innocenza del fratello, rintraccia lo specchio e scopre che nel corso dei secoli i diversi proprietari dell’oggetto sono stati tutti vittime di morti violente simili a quella dei suoi genitori. Ora che lo specchio è di nuovo nelle loro mani, Tim e Kaylie sono decisi a scoprire la verità, ma si renderanno conto troppo tardi che l’incubo della loro infanzia è tornato…

Possessioni

In una lista di film horror che si rispetti, qualche demone ci vuole sempre.

9 Goksung – La presenza del diavolo:

Anche noto come The Wailing è un film sudcoreano del 2016, diretto da Na Hong-jin.

Nel villaggio di Goksung in Corea del Sud, si stanno verificando alcuni casi di omicidio piuttosto violenti. È opinione comune all’interno del villaggio, che a causare tali disgrazie sia stato un uomo giapponese da poco arrivato in paese, a cui alcuni attribuiscono addirittura poteri maligni e sovrannaturali. Ad indagare è Jong-goo, un ufficiale della polizia locale. Nel frattempo accadono altri incredibili e inquietanti incidenti, come lo svilupparsi di una grave malattia contagiosa e soprattutto si presenta un caso di possessione demoniaca, ai danni proprio della figlia del poliziotto. Jong-goo scoprirà, a sue spese, che la causa di tutte queste disgrazie è davvero un’entità maligna.

10 A dark song:

È un film del 2016, diretto da Liam Gavin.

l film è tutto ambientato all’interno di una casa isolata nel Galles del Nord, dove una donna disperata e in lutto e un burbero alcolizzato specializzato in pratiche occulte stanno mettendo in pratica un rituale di magia nera per scopi misteriosi che emergeranno solo nel corso del racconto. Un rituale che richiede tempi lunghi, mesi, una dedizione totale, regole ferree e un’estrema attenzione ai dettagli, che li porterà entrambi ai limiti della loro resistenza fisica e psicologica.

Letta la trama sembra insipida, ma fidatevi é tra le cose più inquietanti che ho visto nel 2016.

Posizione Extra:

Non potevo non mettere questo film, perché é veramente bello.

Autopsy:

Un film horror del 2016 diretto da André Øvredal.

Tommy Tilden è un esperto medico legale e gestisce con suo figlio Austin un obitorio in Virginia. Un giorno lo sceriffo del posto arriva con un caso di emergenza, il cadavere di una donna sconosciuta ritrovato in un seminterrato a seguito di un pluriomicidio. Sembra un caso come tanti, ma nel corso dell’autopsia i due professionisti vengono man mano turbati da nuove, terrificanti scoperte. Il corpo della donna è perfettamente conservato all’esterno, ma all’interno è stato smembrato e rimangono segni di cicatrici e bruciature, come se fosse stata vittima di un orribile e misterioso rituale di tortura. Mentre padre e figlio cercano spiegazioni scientifiche plausibili a queste scoperte raccapriccianti, cose sempre più inspiegabili sembrano succedere nell’obitorio.

Killer

In questa lista vi presento due assassini, estremamente spietati e decisamente fuori di testa.

11 Split :

Film horror del 2017 diretto da M. Night Shyamalan, liberamente ispirato al criminale statunitense Billy Milligan. La vicenda è ambientata a Filadelfia, dove, nel parcheggio di un fast food, Dennis rapisce tre studentesse in pieno giorno. Le tre ragazze sono disorientate e spaventate dai repentini cambiamenti di Dennis che, a distanza di pochi minuti, muta atteggiamento, postura e voce, presentandosi come la donna Patricia o l’ingenuo bambino Hedwig.
Parallelamente, scopriamo che l’uomo è in cura da anni presso la psichiatra Karen Fletcher, la quale gli ha diagnosticato un grave disturbo della personalità. Kevin Wendell Crumb, infatti, ha creato ben 23 identità tutte diverse tra loro, che prendono la ‘luce’ a seconda dello stress che sta subendo.
La dottoressa, seppur intuendo che qualcosa non va, dal momento che la personalità più razionale dell’uomo non si palesa da tempo alle sedute psichiatriche, non può immaginare la natura del suo macabro piano.

12 The Collector:

 Film horror statunitense del 2009 diretto da Marcus Dunstan.

L’ex criminale Arkin deve ripagare un debito all’ex moglie derubando la casa di campagna del suo nuovo datore di lavoro. Sfortunatamente per Arkin, un suo nemico del passato ha intenzione di impossessarsi della proprietà e della famiglia che vi abita. Mentre la mezzanotte si avvicina, Arkin diventa un eroe per caso costretto da un nemico senza volto in una rete di mortali trappole dell’Inquisizione Spagnola, mentre tenta disperatamente di aiutare la famiglia che voleva derubare.

Psicologico

Tra tutti i film horror reputo questa categoria tra le più inquietanti. Non che la mia preferita.

13 PIELES:

Film del 2017 diretto da Eduardo Casanova, al suo debutto alla regia di un lungometraggio.

Il nostro corpo determina le nostre relazioni sociali, che lo si voglia o meno. Il film racconta la storia di persone deformi costrette a nascondersi, ma sempre connesse tra di loro. Samantha, che ha il sistema digestivo retroverso, Laura è invece una ragazza nata senza occhi, e Ana, una donna che ha il volto sfigurato. Personaggi solitari che stanno lottando per trovare il proprio posto in una società che accetta solo corpi perfetti, sempre volta ad emarginare il diverso.

In questo film, non c’é splatter ne un cattivo da odiare (che sia umano o demoniaco) é il mondo ad essere cattivo. Un film dai temi attuali, he da una visione assolutamente cruda delle condizioni di vita di queste persone.

14 Madre:

Film del 2017 scritto e diretto da Darren Aronofsky, con protagonisti Jennifer Lawrence e Javier Bardem.

Il film è incentrato su una coppia di sposi che vive in un vecchio casolare in mezzo al bosco. L’abitazione, distrutta da un incendio, è stata ricostruita con amore e devozione dalla moglie (Jennifer Lawrence), una donna che vive per aiutare e servire suo marito (Javier Bardem), un poeta molto stimato che sta attraversando una profonda crisi creativa.
In mezzo alle ceneri della casa, l’uomo ha trovato un cristallo che custodisce gelosamente impedendo a sua moglie di toccarlo. Nonostante sia devota a suo marito, la donna inizia a provare una sorta di gelosia per la sua ossessione creativa, sentendosi esclusa dai pensieri dell’uomo che ama ed idolatra.
Un giorno, bussa alla porta uno sconosciuto (Ed Harris) che si dice grande fan del poeta. Quest’ultimo, noncurante delle proteste di sua moglie, decide di ospitare il forestiero poiché il suo ego viene nutrito dai complimenti e dalle premure del misterioso uomo. Vedendosi messa da parte, la moglie soffre profondamente. Le sue paure, inoltre, crescono con l’arrivo della moglie dello sconosciuto (Michelle Pfeiffer) e degli invadenti figli che distruggono il clima rilassato della casa…

“Apocalisse”, dirà ad un certo punto Lei, e davvero Mother! è una corsa a perdifiato verso una sorta di Armageddon, inteso sia come fine che come inizio. Un film che ha in se tutto, una forte componente psicologica dei personaggi, un grande messaggio ambientalista e il tutto condito da una tensione crescente e con un finale unico che va visto almeno due volte per comprenderlo e apprezzarlo a pino.

Spero che questa mi lista di film, vi sia piaciuta, se avete qualche titolo da suggerirmi, scrivetemelo qui sotto o sulla mia pagina facebook.

Se volete leggere la recensione di qualche film che ho visto: Film

Mi trovate anche su twitter e su instagram.

E sul mio primo blog: Non solo Cosmetici

🖖

Pubblicato da nonsolomanga

Sono Claudia, sono una lettrice accanita sin dalla tenera età. Con il tempo ho ampliato l'amore per i libri a quello per i manga nonché anime. Ma sono anche una grande appassionata di film e telefilm e collezionista.

11 Risposte a “15 Film horror da guardare durante la quarantena.”

  1. Scorrendo l’elenco dei film, mi sono imbattuta in alcuni che non ho ancora visto come Intervista con il vampiro, ed in alcuni che vorrei vedere o rivedere. E Split è tra quelli: inquietante ma anche profondo, ti tiene con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.
    Maria Domenica

  2. Alcuni di questi film non li ho mai visti, me li sono dunque segnata per vederli in questo periodo un po’ strano

  3. Tra i vari film proposti penso che guarderò Split che non è solo un horror ma è soprattutto un thriller psicologico.
    Mayad

  4. Hai colpito nel segno Io adoro i film horror e alcuni di questi e ho già visti ma ce ne sono altri che hanno attirato la mia attenzione e sicuramente Seguirò il tuo consiglio

  5. Li ho visti quasi tutti, sono un amante del genere .. un paio mi mancano ma mi ispirano!

  6. quante proposte interessanti. Io sto riguardando proprio in questi giorni la serie di Vampire diaries ma appena finisco seguirò qualche tuo suggerimento

  7. Li ho visti quasi tutti addirittura intervista col vampiro proprio ieri mentre impastavo😅 … comunque bella lista!

  8. Grazie per i tuoi preziosi suggerimenti…io adoro i film dell’orrore…. pensa che li colleziono….

  9. Bell’elenco. Dunque, visto al cinema ‘Split’, inquietante. Devo assolutamente vedere ‘Madre’, ma soprattutto ‘La casa delle finestre che ridono’ per vedere com’era Pupi Avati nell’horror prima di ‘Il Signor diavolo’ che mi è piaciuto.

  10. Wow li ho visti quasi tutti, ovviamente i grandi classici non si battono, anche io in questo periodo sto riscoprendo un po’ di titoli e serie tv e hai la mia stima per aver messo ‘Intervista con il Vampiro’ come primo film consigliato, anche se rimango sempre fan numero uno del film di Francis Ford Coppola come non rimanere stregati dal vampiro di Gary Oldman.

  11. Tra quelli che hai citato, ho visto e amato “Dracula”, un classico intramontabile, “Intervista col vampiro”, “Il labirinto del fauno” e “Split”. Gli altri invece non li conoscevo. Tra gli altri che ho amato il primo “IT” e i film di Dario Argento, primi fra tutti “Opera”, “Suspiria” e “Profondo rosso”. Poi anche Hitchcock, che non è horror, ma la suspence tipica del suo cinema può far assumere sfumature horror, come in “Spycho”, che amo infinitamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *