Crea sito

Les Revenants, serie TV. Recensione

Ciao a tutti.

Oggi voglio parlarvi di una serie tv che ha catturato la mia attenzione: Les Revenants.

Scheda Les Revenants:

  • Genere: Horror, Fantasy, Drammatico
  • Attori: Anne Consigny, Clotilde Hesme, Céline Sallette, Frédéric Pierrot, Jenna Thiam, Pierre Perrier, Yara Pilartz, Samir Guesmi, Guillaume Gouix, Jean-François Sivadier
  • Stagioni: 2
  • Episodi: 16
  • Durata episodio: 60 Min
  • Stato: Concluso
  • Paese: Francia
  • anno: 2012

Trama Les Revenants:

In un piccolo paese di montagna, alcune persone morte da qualche tempo ritornano in vita: Camille, un’adolescente morta in un incidente d’autobus, Simon, un giovane morto suicida il giorno del suo matrimonio, Louis alias Victor, un bambino che non parla e molti altri. I “redivivi” cercano di tornare alle proprie vite come se nulla fosse successo, ma, nel frattempo, si verificano degli strani fenomeni: si interrompe spesso la corrente, si abbassa il livello dell’acqua della diga del paese, appaiono strane ferite sui corpi dei vivi e dei morti.

O voi fratelli dell’altra sponda, cantammo in coro giù sulla terra, amammo in cento un’identica donna, partimmo in mille per la stessa guerra…..Questo ricordo non vi consoli, quando si muore, si muore soliQuesto ricordo non vi consoli, quando si muore, si muore soli.” (Fabrizio De André)

Opinione Personale:

Fare della morte il fulcro di una serie tv non è facile. Quasi sempre a venir raccontata non è la morte in sé, ma i misteri che la circondano.

Quando poi si parla di morti che tornano in vita la prima immagine che ci viene in mente è quella degli zombie di The Walking Dead, esseri da cui è bene scappare per evitare di essere contagiati.

Di ben altro stampo sono invece i revenants, ovvero i morti che tornano in vita nella serie tv francese Les Revenants.

Proprio questo segna la cifra stilistica della serie tv: andare ad indagare la morte attraverso coloro che restano in vita e che devono ricostruire la propria esistenza. Quando i revenants tornano alle proprie famiglie il primo shock da superare è proprio quello di rendersi conto che la vita è andata avanti senza di loro, come nel caso di  Simon, morto nel giorno del matrimonio, che scopre di essere diventato padre, ma che deve affrontare anche il fatto che nel frattempo l’amata ha trovato un nuovo compagno.

Les Renevants non è un thriller nonostante la vicenda sia circondata di mistero, ma non è neanche un horror in cui si vedono sangue e  omicidi sullo schermo. Qui si tratta di una serie tv fantastica e a tratti intimista per non dire minimalista (soprattutto nelle ambientazioni e in certi squarci sulla quotidianità) che ha la caratteristica di inquietare lo senza mostrare troppo e generando un’angoscia sottile.

L’elemento soprannaturale caratteristico oltre a scatenare l’azione spinge lo spettatore a riflettere su quanto di più concreto e reale ci possa essere, ovvero i legami affettivi: la famiglia, gli amici, i conoscenti.

Quello che infatti è il punto in più di questa storia, oltre alla tensione e ai colpi di scena, oltre alle qualità registiche e interpretative, è l’approfondimento del dolore. Il dolore della perdita e della solitudine, e la reazione al ritrovare ciò che era definitivamente perso, i dubbi, le paure, di cosa sia, del fatto che sia definitivo, la mancanza di consapevolezza di cosa si è, oltre al ritorno dei propri errori o di quelli che ci si imputa come errori in forma concreta. Un sogno o un incubo? Ognuno dei protagonisti ne trae le sue conclusioni e chi non ne è coinvolto in un vortice di consapevolezza che cresce reagisce a modo proprio.

Diverse sono le scene tese e toccanti in questi otto magnifici episodi, fino ad arrivare all’epilogo, quasi teatrale, dove lo strazio e l’emozione sono intense e palpabili e la commozione è vera.

Voi lo avete già visto? cosa ne pensate? Scrivetemelo qui sotto o sulla mia pagina facebook.

Se volete leggere la recensione di qualche film che ho visto: Film

Mi trovate anche su twitter e su instagram.

E sul mio primo blog: Non solo Cosmetici

Alla prossima 🖖

Pubblicato da nonsolomanga

Sono Claudia, sono una lettrice accanita sin dalla tenera età. Con il tempo ho ampliato l'amore per i libri a quello per i manga nonché anime. Ma sono anche una grande appassionata di film e telefilm e collezionista.

5 Risposte a “Les Revenants, serie TV. Recensione”

  1. Ecco! Queste sono le serie TV che preferisco e che mi tengono attaccate alla poltrona A volte anche senza respirare perché regalano sempre nuovi colpi di scena

  2. Conosco di fama la serie tv e mi sono ripromessa di recuperarla il prima possibile, intrigante la scelta dello stile, a metà dei due generi ma senza mai sfociare interamente in uno o nell’altro genere, bella recensione, la stavo aspettando.

  3. Le premesse sono buone, anche se la realizzazione deve essere curata al massimo, perché fare dei passi falsi su un tema del genere può portare a effetti comici involontari. Ma da quello che dici gli autori e gli attori sanno il fatto loro, perciò la guarderò! 🙂

  4. Ne ho sentito parlare ma non ho ancora avuto modo di vederla anche se mi incuriosisce molto perché rientra proprio tra i miei generi preferiti

  5. Dalla tua recensione sembra essere realizzato bene, è in lista delle serie tv da vedere già da un bel po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *