Crea sito

Death Note film del 2006 di Kaneko Shusuke

Ciao a tutti.

Oggi torno a parlarvi di quello che é uno dei mie argomenti preferiti, ovvero Death Note e lo faccio parlandovi del film del 2006 di Kaneko Shusuke ( Da non confondere assolutamente con la bruttura del film di Netflix).

In questo periodo di quarantena mi sto facendo un bel recap di tutta la saga e visto che mesi a dietro vi avevo promesso di parlarvi dei due romanzi di Death Note, oggi comincerò parlandovi del fil del 2006. Vi starete chiedendo: perché? I ue romanzi sono legati principalmente ai film che al manga o anime, quindi per poter prezzare a pieno la lettura dei due é necessario vedere prima per intero tutti i film.

Scheda Death Note Film del 2006

  • Titolo:Death Note
  • Titolo originale:Desu nôto
  • Nazione: Giappone
  • Anno: 2006
  • Regia: Shusuke Kaneko
  • Interpreti: Tatsuya Fujiwara, Ken’ichi Matsuyama, Asaka Seto, Shigeki Hosokawa, Erika Toda, Shunji Fujimura, Takeshi Kaga, Sota AoyamaDisponibile su: Amazon Prime Video, link alternativo: streaming

Opinione Personale Film del 2006

Death Note è sicuramente uno dei manga ad anime, famosi degli ultimi anni. Nel 2006 il regista Shusuke Kaneko ha deciso di portare al cinema l’opera cambiandone alcuni aspetti e sperimentando nuove soluzioni.Quale sarà stato il risultato? Per essere chiari, non faremo riferimenti né confronti con il live action di Netflix, si tratta di un prodotto di altra natura e fattura. La storia è ormai conosciuta da tutti, proviamo in ogni caso a spiegarla molto brevemente.

Trama:

La storia si incentra su Light Yagami, uno studente delle scuole superiori che trova un quaderno dai poteri soprannaturali chiamato Death Note, gettato sulla Terra dallo shinigami Ryuk. L’oggetto dona all’utilizzatore il potere di uccidere chiunque semplicemente scrivendo il suo nome sul quaderno mentre ci si figura mentalmente il volto. Light intende usare il Death Note per eliminare tutti i criminali e creare un mondo libero dal male, ma i suoi piani sono contrastati dall’intervento di Elle, un investigatore privato chiamato a indagare sul caso delle misteriose morti dei criminali.

Licenze narrative giustificate:

Qundo, i film si staccano dall’opera scritta, la cosa non mi piace per niente, ma devo dire che il Death Note di Kaneko è una trasposizione cinematografica buona ma non eccellente. Perché il ritmo del manga e dell’anime viene un po’ smorzato dalla necessità di riempire due ore e lasciarsi aperta la porta al secondo film. La prima parte di Death Note manga è piena di suspense, frenetica e quasi vibrante. Light e L non si conoscono e si rincorrono per un po’ prima di arrivare all’incontro decisivo. La preparazione è lunga, ci sono indizi, colpi di scena e prove da raccogliere. L capisce come Kira sia nel Kantō, e Light idem. Nel film, invece, vengono tagliate molte parti per rimanere nei tempi prestabiliti dalla produzione, quindi L arriva facilmente alla conclusione mentre Light è praticamente un Kira fatto e finito, senza tutta la parte dell’ascesa presente nel manga. In più, Kaneko si assume la responsabilità, forse in accordo con gli autori forse no, di aggiungere un personaggio inedito che, in ogni caso, risulta necessario per il climax finale: Shiori. Dal punto di vista della storia, questo nuovo protagonista è perfetto per far risaltare il genio e la crudeltà di Light che, a volte, rimane un po’ sullo sfondo in questo film. La cattiveria di Light risaltava molto di più nell’opera originale e, forse, nel film avrebbe meritato un’attenzione maggiore.

Gli interpreti:

Gli attori, invece, sono superlativi. Tatsuya Fujiwara è un Light Yagami perfetto che, in alcuni casi, è identico alla controparte fumettistica (parrucca orrenda a parte). Ken’ichi Matsuyama ( a lui oltre ad una parrucca orrenda, anche con il trucco non hanno scherzato, più che occhiaie sembra che abbia troppa matita nera) invece, è l’L definitivo: ne imita le movenze, ne ricorda gli atteggiamenti e, soprattutto, non risulta mai forzato nel ruolo. Lo stesso vale per tutti gli altri: Shunji Fujimura come Watari,Takeshi Kaga come Soichiro Yagami e Asaka Seto nel ruolo di Naomi Misora. Gli shinigami, invece, sono un po’ il punto debole del film. La CGI è molto scarsa e di pessima fattura con Ryuk e Rem che sembrano fatti di pongo o plastilina. Un peccato, ma il budget del film, dalle comparse agli ambienti, sembra molto risicato.

In Conclusione:

Death Note Film del 2006, nel complesso é un film godibile. Non raggiunge il livello dell’anime, ma ha molti elementi interessanti, un pezzo che non può mancare ad un appassionato della serie.

Voi lo avete visto? cosa ne pensate? scrivetemelo qui sotto o sulla mia pagina facebook.

Se volete leggere la recensione di qualche Altro articolo riguardante il mondo di Death Note, cliccate: qui

Mi trovate anche su twitter e su instagram.

E sul mio primo blog: Non solo Cosmetici

Pubblicato da nonsolomanga

Sono Claudia, sono una lettrice accanita sin dalla tenera età. Con il tempo ho ampliato l'amore per i libri a quello per i manga nonché anime. Ma sono anche una grande appassionata di film e telefilm e collezionista.

9 Risposte a “Death Note film del 2006 di Kaneko Shusuke”

  1. Sicuramente meglio di quella roba uscita su Netflixdi cui non voglio ricordare niente, adattamento non male certo il manga e l’anime sono ancora 20 spanne sopra, non amo quando si distaccano dall’opera scritta di Obata detesto quando fanno questa cosa, pretendono di aggiungere cose a qualcosa che è già perfetto così come è stato scritto, gli attori buoni molto buoni, sembravano davvero usciti quasi dal manga o dall’anime fai tu XD, da amante della serie l’ho apprezzato e se è servito per portare nuovo lustro e fan ben venga però ora basta film, in caso va bene se Obata continua con il manga e poi con l’anime, ma basta adattamenti cinematografici please!

  2. Questo film non lo conoscevo affatto e purtroppo ho visto solo il film di Netflix e l’anime che invece trovo fantastico. Questo magari un pomeriggio libero lo recupero più che volentieri.

  3. Questo film non l’ho visto, conosco l’anime (purtroppo non ho mai letto il manga) e c’ero rimasta malissimo con il film Netflix. Dovrò decisamente recuperarlo, sono curiosa di questo nuovo personaggio inedito.

  4. Ciao ho letto il manga ma non ho visto questo film, mi fa piacere che non si discosta troppo dall’opera originale

  5. Pur conoscendo l’anime e la storia, non ho visto né questo film né la sua trasposizione su netflix. Partendo dal presupposto che trasporre su film un libro o un anime è difficile, non mi sorprende, in base a quello che ho letto, che questa versione, per quanto godibile, non sia eccellente. Tuttavia sono curiosa di vedere come siano stati colti i personaggi.
    Maria Domenica

  6. Ciao Maria Domenica.
    Quello su Netflix, saltalo a piedi pari non é brutto come film di Death Note é proprio brutto sotto il punto di vista del film thriller

  7. Sono sempre stato scottato dalle trasposizioni dei manga, ma questa volta voglio dare una possibilità al film e provarlo a vedere. Sono sempre dell’idea che manga batte anime che batte film/live action/ecc. ma voglio fidarmi di te

  8. Sono curiosa di vedere la versione del 2006 della trasposizione cinematografica del manga. Spero che non deluda le mie aspettative.
    Mayad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *