Crea sito

Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works la serie tv (Review)

Ciao a tutti, essendo molto indietro con il recensire tutto l’universo di Fate sto cercando di recuperare terreno e oggi parleremo di Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works la serie tv che nell’universo di Fate é la più nota.

Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works la serie tv (Review)
Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works la serie tv

Scheda Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works

  • Titolo originale: Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works (TV)
  • Il Titolo in inglese: Fate/Stay Night (2014)
  • Titolo breve: Fate UBW
  • Nazionalità: Giappone
  • Categoria: Serie TV (Shounen Netflix mette un avviso sconsigliandolo sotto i 14 anni)
  • Genere: Azione, Drammatico, Fantasy, Sentimentale
  • Anno: 2014 
  • Tratto da: visual novel
  • Episodi: 25
  • Stato in patria: completato
  • Stato in Italia: completato
  • Visibile su: VVVVID e Netflix

Trama

Shirou Emiya è un normale studente che viene improvvisamente trascinato in una guerra per ottenere il Santo Graal, un oggetto capace di esaudire qualunque desiderio. Tutti i partecipanti devono usare spiriti eroici chiamati Servant per combattere tra di loro, tuttavia, dato che Shirou è un novizio e privo delle abilità magiche necessarie, deve unirsi a Rin Tohsaka per sopravvivere alle battaglie. Questa è solo una soluzione temporanea, dato che Archer, il Servant di Rin, detesta Shirou per qualche sconosciuta ragione.

Opinione Personale:

Oggi parlandovi di Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works, non mi soffermerò ne sull’ambientazione ne tantomeno sui personaggi perché essendo i medesimi di Fate/Stay Night vi invito a leggere la recensione che trovate qui.

Fate/Stay Night è una meravigliosa opera nipponica, originalmente creata in forma di visual novel con 3 archi narrativi alternativi. “Unlimited Blade Works” costituisce il secondo di questi filoni, quello da dove emerge una caratterizzazione più stratificata del protagonista maschile, Shirou Emiya, che deve conciliare i suoi ideali con la realtà e che per questo motivo si pone in modo anche più “duro” rispetto agli altri due archi. In UBW viene inoltre approfondito il legame di Shirou con Rin Tohsaka, una delle tre protagoniste femminili.

Il tema della storia è quello di una battaglia all’ultimo sangue tra sette maghi, ognuno dei quali dispone di un potente Servant al proprio servizio, personificazione di un eroe dei tempi passati, e che vede quale arena dello scontro l’intera città di Fuyuki. Al vincitore sarà garantito il Graal, capace di esaudire qualsiasi desiderio, come ogni oggetto epico che si rispetti. Con lo svolgersi del confronto i protagonisti, maghi ed eroi, riveleranno particolari importanti sulle loro motivazioni, la loro storia e i loro drammi, costruendo legami profondi ed appassionanti tra loro.

L’adattamento in anime è riuscitissimo sul piano dell’animazione e del character design. Le scene più concitate, come ad esempio gli scontri fra Servant, sono assolutamente spettacolari e curati nel dettaglio. I protagonisti sono stati disegnati in termini più moderni rispetto al precedente Fate/Stay Night.
La fedeltà alla visual novel è decisamente alta, nonostante qualche comprensibile ritocco.

Spoiler ( da non leggere per chi lo vuole vedere)

Andiamo per ordine: la serie si prefiggeva di dare maggior spessore alla figura di Rin e viene meglio approfondito il carattere della ragazza, che fin dal primo episodio -come nella serie del 2006- capiamo non voler nemmeno provare ad essere la classica tsundere e basta, risulta invece molto più comica di quanto avrebbe dovuto essere, basti solo pensare all’evocazione di Archer e a tratti molto meno matura, per quanto tra lei e Shirou, sia sempre sua l’iniziativa.

Shirou
Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works la serie tv - Shirou
Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works la serie tv – Shirou

Il “vero” protagonista della trama (anche spesse spesso e volentieri sembra solo l’accompagno di Rin) mantiene il suo essere idealista a volte in un modo quasi irritante, seppur in alcuni tratti in questa versione risulti più risoluto, finisce sempre con l’avere reazioni emotive completamente prive di senso, che rende quasi impossibile empatizzare con la sua causa.

Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works Shirou e Rin
Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works la serie tv – Shirou e Rin

La romance che lo vede legarsi a Rin è allo stesso modo poco giustificata, come fosse un’esigenza di trama, deve succedere, punto. E in tutta onestà la coppia Shirou/Rin non mi piace neanche un pò, con un banale e vissero felici e contenti finale. La loro storia non ha minimamente l’intensità ne la crescita della relazione che vediamo nel duo Shirou/Saber

Saber
Fate:Stay Night- Unlimited Blade Works la serie tv - Saber
Fate:Stay Night- Unlimited Blade Works la serie tv – Saber

Viene notevolmente sminuita, nella prima parte della serie dove tra lei e Shirou sembra generarsi un genuino affetto, all’essere considerata poco più che un pokemon, cosa che si porterà dietro anche nel finale di serie con un intermezzo drammatico dove pare sia più Archer a tenere a lei che il suo vero master.

Archer
Fate/Stay Night- Unlimited Blade Works la serie tv - Archer
Fate/Stay Night- Unlimited Blade Works la serie tv – Archer

Il presonaggio meglio riuscito in assoluto di questa serie ed é il vero motore della storia. Se nella serie del 2006 era si un personaggio interessante ma decisamente in ombra, in Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works, viene definito caratterialmente e negli ideali.

Come in passato, è lui il vero motore che fa “maturare” Shirou, ma qui viene esaltato molto di più arrivando ad essere fautore e risolutore della storia stessa, perché lui “sa già” come andrà a finire.

Attraverso alcuni indizi, dialoghi e le sue espressioni si può facilmente intuire già prima della rivelazione la sua identità, ma anche il perché ad un certo punto, senza apparente motivo opti per il “tradimento”.

Lancer
Fate/Stay Night- Unlimited Blade Works la serie tv - Lancer
Fate/Stay Night- Unlimited Blade Works la serie tv – Lancer

In Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works guadagna punti carisma, anche se presente in pochi episodi, bastano questi a definirlo un pelo e renderlo più apprezzabile di Shirou anche nella sconfitta.

In conclusione

La serie mi é piaciuto molto non ostante i difetti che presento nella sezione spoiler, risulta nel suo complesso un ottima serie animata, realizzato dallo studio Ufotable. Che come sempre, esegue un lavoro eccellente che trova il suo apice nello svolgimento dei vari combattimenti. Disegni bellissimi, immagini nitide, senza mai calare di qualità.

Una menzione speciale va fatta alle musiche: OST sempre in tema e sempre di alto livello. Opening e ending davvero molto belle

fate stay night unlimited blade works ost

Voi l’avete visto Fate Stay Night UBW? Cosa ne pensate? scrivetemelo qui sotto o sulla mia  pagina Facebook.

Per leggere recensioni di altre Anime Cliccate Qui: Anime

Per vedere tutta la serie Fate:

Ordine di visione completo della serie anime Fate

Saga Fate Anime Recensioni:

Saga Fate Manga Recensioni:

Collection Fate Series

Fate Zero Rider Action Figure della Banpresto

Per conoscere il contesto nel quale si muove la serie Fate:

Cos’é il Nasuverse? (Guida completa)

Vi ricordo e che potete continuarmi a seguire su: Non Solo Cosmetici

Mi trovate anche su twitter e su instagram.

Alla prossima 

Pubblicato da nonsolomanga

Sono Claudia, sono una lettrice accanita sin dalla tenera età. Con il tempo ho ampliato l'amore per i libri a quello per i manga nonché anime. Ma sono anche una grande appassionata di film e telefilm e collezionista.

5 Risposte a “Fate/Stay Night: Unlimited Blade Works la serie tv (Review)”

  1. Devo ammettere che non la conoscevo questa serie televisiva…quindi ho guardato il trailer e mi ha incuriosito. Avendo Netflix ho visto che le prime due stagioni ci sono…inizierò sicuramente a guardarla 🙂

  2. Grazie all’estro artistico di Nasu credo sia una delle più apprezzate novel fantasy del genere!
    Rispetto a Fate/Stay Night ne ho preferito decisamente la componente narrativa e le inquadrature, sebbene queste ultime siano più “brutali”

  3. A me piace e mi ritrovo molto con la descrizione che ne hai fatto (anche nel blocco Spoiler). E’ fatta bene e le musiche sono spaziali

  4. Eh niente, non ce l’ho fatta a non leggere lo spoiler… Come ogni volta che trovo questa parola: devo approfondire subito! Ma credo proprio sbircerò qualche puntata della serie lo stesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *